Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Gruppo Cofra: valore della produzione a quota 56 milioni di euro

All’assemblea dei soci della cooperativa di consumo rinnovato il consiglio di amministrazione. Più occupazione

Gruppo Cofra: valore della produzione a quota 56 milioni di euro

(foto - terzo da sinistra, il presidente Reali mentre interviene in assemblea soci)

Con un valore della produzione di oltre 56 milioni di euro e un utile di 365.649 euro, è stato approvato ieri dall’assemblea dei soci il bilancio 2017 del Gruppo Cofra di Faenza. Gli stessi soci, riuniti nella Sala Dalle Fabbriche di via Laghi, sono stati chiamati anche a eleggere un nuovo consiglio di amministrazione che da 9 componenti è passato a 10 con tre nuovi ingressi.

Il presidente uscente Celso Reali (il cda si riunirà la prima settimana di luglio per nominare il nuovo presidente) commenta così l’andamento 2017: «Abbiamo chiuso un esercizio soddisfacente sia in termini di sviluppo di fatturato che in termini di reddittività. Abbiamo registrato un aumento del valore della produzione di circa il 3% in un periodo in cui i consumi non sono estremamente dinamici e incrementato la nostra forza lavoro passando da 218 a 240 dipendenti: l’assetto organizzativo strutturato a partire dal 2013 sta dando ottimi risultati e contiamo di proseguire su questa strada».

La crescita di Cofra ha riguardato anche il numero dei soci che, nell’esercizio 2017, sono arrivati a quota 38.407 (nel 2016 erano 37.348) e, proporzionalmente, è aumentato anche il numero degli scontrini battuti negli 11 punti vendita a marchio Cofra (7 supermercati Cofra-Conad, 1 bar ConSapore Conad,1 Petstore Conad e 2 Bricofer) che superano i 2,5 milioni (nel 2016 si erano fermati a 2,4 milioni). «La vera forza del gruppo Cofra risiede senza dubbio nel personale - prosegue Reali -. Il senso di responsabilità e l’attaccamento al lavoro dei nostri dipendenti, dei capi negozio, dei referenti di reparto giocano un ruolo fondamentale per la fidelizzazione dei clienti. Sono il cuore del Gruppo e l’anello di congiunzione tra i punti vendita e la comunità. Aggiungo che nel 2017 il costo del personale si è aggirato intorno ai 7,5 milioni di euro: un dato che significa ricchezza restituita al territorio e alle famiglie dei nostri lavoratori».

Prosegue inoltre l’impegno di Cofra sul fronte degli investimenti: «Nel 2017 abbiamo fatto due grossi investimenti a Faenza con l’apertura del Bar ConSapore Conad e del PetStore Conad e devo dire che siamo soddisfatti dell’andamento che, ad oggi, è completamente in linea con le aspettative. Inoltre abbiamo avuto riscontri più che positivi dalla ristrutturazione del centro commerciale Le Cicogne di Faenza. Proprio sul fronte ristrutturazioni - conclude il presidente uscente - partirà presto il restyling del supermercato di Faenza 1 e di quello della “zona Bassette” a Ravenna. A Cotignola, invece, dall’1 al 18 luglio è già in programma il rifacimento totale del punto vendita».



Cerca nel sito
Agenzia Sir carta bianca

Rubriche

L

L'ombra del disagio sui banchi

Aumento delle certificazioni e dei bisogni speciali, ...

Tartarughe e altri animali esotici: scade il termine per denunciarne il possesso

Tartarughe e altri animali esotici: scade il termine per denunciarne il possesso

Per legge i proprietari devono farlo entro il 31 agos ...

Al via un nuovo servizio di consulenza per l

Al via un nuovo servizio di consulenza per l'orientamento scolastico

il servizio è gratuito ed è rivolto a r ...

Minacce all

Minacce all'Avvenire di Calabria, la solidarietà della diocesi di Lamezia

“Vicenda che suscita preoccupazione per il clim ...

libri su p.Daniele SIR papa giovani imola fondazione dalle fabbriche ravenna Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza Libro di Padre Daniele Filosofi e cinema papa francesco