Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Le bandiere volteggiano nelle terre dei canguri

Un gruppo di 14 sbandieratori e musici sarà dal 5 al 22 febbraio prossimi in Australia e Tasmania per esibirsi in alcuni eventi

Le bandiere volteggiano nelle terre dei canguri

Ancora una volta gli sbandieratori e musici del Palio del Niballo di Faenza portano nel mondo il nome della nostra città.

Dal 5 al 22 febbraio prossimi un gruppo di 14 persone, fra sbandieratori, musici e figuranti, sarà infatti in trasferta in Australia e Tasmania, invitato a partecipare ad una serie di eventi.

E’ la quarta volta che i faentini volano in terre australiane, dopo le trasferte ad Adelaide nel 2007, Hobart (Tasmania) nel 2013 e Ingham (2015).

Il gruppo farà due tappe di otto giorni ciascuna, la prima a Melbourne per partecipare – domenica 10 febbraio - alla Festa italiana di Mirboo North, invitati dalla presidente dell’Associazione italiana Rosie Romano.

Nel corso della permanenza a Melbourne gli sbandieratori si esibiranno anche per le scuole locali, poi si trasferiranno a Hobart, capitale della Tasmania, dove erano stati già sei anni fa, per presenziare al Festival italiano che si terrà domenica 17 febbraio, alla presenza del Primo Ministro della Tasmania.

Durante la permanenza ci saranno anche occasioni per visitare alcuni dei luoghi più suggestivi dei due Paesi, come la famosa Phillip Island, sede del Gran Premio di Motogp, dove potranno ammirare i famosi pinguini blu, mentre in Tasmania è prevista una visita guidata ad alcuni dei suoi bellissimi parchi, popolati da canguri e koala.

Ad Hobart la delegazione faentina sarà ricevuta anche dal Sindaco, incontro nel corso del quale è previsto anche uno scambio di doni.

La rappresentanza faentina, guidata da Ivan Samorì, è composta da quattordici persone: 7 sbandieratori, 3 tamburi, 3 figuranti e un accompagnatore (cinque sono del Borgo Durbecco, quattro del Gruppo Municipale, uno del Rione Rosso, uno del Rione Nero).

Completano poi il gruppo tre sbandieratori non faentini, uno di Lugo, gli altri due di Ferrara e Forlimpopoli.

In questi anni gli sbandieratori faentini, fatta eccezione per il Continente africano, si sono esibiti in tutto il mondo: in Europa, nel nord, centro e sud America, in Asia e Oceania.



Cerca nel sito
Agenzia Sir

Territorio

Coldiretti: zucchero 100% italiano negli agriturismi dell

Terranostra e CoProB firmano il “Patto per lo zucch ...

A Zattaglia torna la tradizionale Via Crucis del venerdì santo

Dalle ore 20, venerdì 19 aprile, alla presenza del ...

Feste e Sagre premia più di 30 scuole

Sabato 30 marzo la cerimonia di consegna a Errano

carta bianca

Rubriche

La gioia della laurea? Più bella se condivisa

La gioia della laurea? Più bella se condivisa

Madre e figlio conseguono, lo stesso giorno, la laure ...

Osservatorio sociale Fnp Cisl

Osservatorio sociale Fnp Cisl

OsCo: Ospedale di Comunità

Di palo in frasca

Di palo in frasca

La carioca Baby Luna

Nino Tini, un personaggio singolare

Nino Tini, un personaggio singolare

Ricordo di un contadino appassionato di tradizioni e tipicit ...
libri su p.Daniele SIR adorazione fondazione dalle fabbriche via crucis pasqua Anspi sant'andrea serata seminario Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza in un vortice di polvere Filosofi e cinema Libro di Padre Daniele famiglie abili papa francesco