Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Il Faventia fa suo il big match con il CLN CUS Molise

Faventia - CLN Cus Molise 6-1

 

Il Faventia fa suo il big match con il CLN CUS Molise

Un Faventia da applausi si aggiudica il big match con il CLN CUS Molise con un rotondo 6-1, volando da solo al terzo posto a discapito proprio dei molisani. I faentini giocano un match ai limiti della perfezione, sempre attenti e cinici in ogni occasione. Un esame di maturità superato ai pieni voti che permette di conquistare importanti punti nella corsa play off.

Avvio di gara ad alti ritmi, ma per i primi cinque minuti non si vedono tiri in porta, fino a quando Revert Cortes scaglia una potente conclusione, costringendo Roman Ros alla deviazione in angolo. Sugli sviluppi del corner Piallini fallisce poi una buona occasione. Il Faventia concede lampi di bel gioco in uno dei primi tempi migliori della stagione e il meritato vantaggio arriva al 10’ con Revert Cortes. Lo spagnolo blocca il pallone fuori area poi con un gioco di prestigio se lo passa dal piede destro a quello sinistro, lasciando partire un potente tiro su cui l’estremo difensore molisano non può nulla. Pochi minuti dopo potrebbe arrivare il raddoppio, ma Pozzovivo non sfrutta una corta respinta del portiere. Il gol è nell’area e arriva al 13’. Revert Cortes calcia un corner perfetto sui piedi di Garbin che con una girata al volo fredda Roman Ros siglando il 2-0. La seconda rete fa abbassare l’attenzione al Faventia che nell’azione successiva incassa una evitabile rete: Ferrante finalizza il contropiede servendo Campanella che a porta sguarnita accorcia le distanze. I romagnoli non accusano il colpo e calano il tris al 17’ ancora con Revert Cortes: dopo aver recuperato palla a metà campo lascia partire un colpo da biliardo, mandandolo nell’angolo basso della porta.

Dopo la pausa, il  CUS Molise rientra in campo con grande determinazione cercando di cambiare l’inerzia del match, ma il Faventia si difende molto bene e in contropiede sfiora il gol con Revert Cortes: il suo diagonale da posizione laterale lambisce il palo e finisce sul fondo. Gli ospiti provano a spingere e questa ivolta il protagonista è Carpino glaciale nel salvarsi dal tiro di Di Stefano scagliato a pochi passi dalla porta. È però il Faventia ad avere le occasioni più pericolose ed infatti dopo la rete sfiorata da Barbieri, è Karaja a centrare il bottino grosso al 7’ con un tiro da dentro l’area. Avanti 4-1 la squadra di Placuzzi si concentra sulla difesa per poi colpire in contropiede, non concedendo più nulla fino alla sirena finale. Al 14’ arriva la quinta rete siglata da Barbieri e al 18’ la tripletta di Revert Cortes che chiude nel migliore dei modi una partita da ricordare a lungo.

Nel prossimo turno il Faventia avrà un altro scontro diretto casalingo: sabato 23 alle15 arriverà al PalaCattani il Città di Chieti.



Cerca nel sito
Agenzia Sir carta bianca

Rubriche

L

L'ombra del disagio sui banchi

Aumento delle certificazioni e dei bisogni speciali, ...

Tartarughe e altri animali esotici: scade il termine per denunciarne il possesso

Tartarughe e altri animali esotici: scade il termine per denunciarne il possesso

Per legge i proprietari devono farlo entro il 31 agos ...

Al via un nuovo servizio di consulenza per l

Al via un nuovo servizio di consulenza per l'orientamento scolastico

il servizio è gratuito ed è rivolto a r ...

Minacce all

Minacce all'Avvenire di Calabria, la solidarietà della diocesi di Lamezia

“Vicenda che suscita preoccupazione per il clim ...

libri su p.Daniele SIR papa giovani imola fondazione dalle fabbriche ravenna Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza Libro di Padre Daniele Filosofi e cinema papa francesco