Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

La Rekico batte Vicenza in un caldissimo finale di gara

Rekico Faenza 83 - Tramarossa Vicenza 80 (25-27; 52-45; 69-65)

La Rekico batte Vicenza in un caldissimo finale di gara

Un tris di vittorie che vale l’allungo verso le prime quattro posizioni. La Rekico supera Vicenza in un match duro e senza esclusione di colpi, approfittando del passo falso di Milano, che le permette di guadagnare quattro punti sui lombardi, quinti in classifica. Il modo migliore per presentarsi alla Coppa Italia di venerdì, traguardo storico per i Raggisolaris e per la provincia di Ravenna, che mai aveva visto una sua rappresentante in ambito maschile partecipare a questa manifestazione. Contro la Tramarossa è da sottolineare la prova di tutto il collettivo, ma una menzione particolare è per Petrucci e Sgobba, migliori realizzatori con 21 punti.

Che il match fosse una battaglia, lo si vede già nel primo periodo, quando la Rekico si ritrova ad inseguire 27-25 sotto i colpi di un incredibile 5/5 da tre punti dei veneti. Il carattere e la lucidità permettono però di restare in scia e quando sale in cattedra la solita difesa, arriva la fuga. Petrucci e Chiappelli armano il braccio dalla lunga distanza, Sgobba porta punti e solidità nell’area pitturata e tutta l’orchestra che suona a meraviglia, diretta alla grande da Venucci. Proprio il capitano regala un assist perfetto a Costanzelli che schiaccia il massimo vantaggio di 52-40, facendo esplodere di gioia il PalaCattani. Il segreto della fuga? I rimbalzi catturati e i canestri segnati al momento giusto.

Quello che purtroppo non accade nel secondo tempo, quando Vicenza reagisce e dopo essersi portata sotto di un solo punto in due occasioni, passa a condurre 71-69 al 32’ con una tripla di Corral. La Rekico non accusa il colpo e continua a giocare con grande determinazione: il protagonista diventa Casagrande, autore della tripla dell’81-77 al 39’’. Sull’82-79 per la Rekico si entra nell’ultimo minuto di fuoco. De Martini fallisce due liberi, Corral ne segna soltanto uno e a 14’’ dalla sirena, Faenza conduce 80-82. Il pivot argentino commette fallo sistematico su Sgobba che dalla lunetta segna il primo e sbaglia il secondo (83-80), poi la difesa asfissiante confonde le idee a Vicenza, che non riesce a trovare il tiro da tre del possibile supplementare, preferendo una penetrazione a canestro che non porta risultati. La Rekico può così esultare per una grande vittoria.

 

COPPA ITALIA Un big match prima di tuffarsi nell’avventura della Coppa Italia. Domenica la serie B osserverà un week end di riposo ma la Rekico  sarà impegnata nella Final Eight di Coppa Italia, in programma a Porto Sant’Elpidio e a Porto San Giorgio, da venerdì 1 a domenica 3 marzo. Venerdì alle 16.15 affronterà Caserta nei quarti di finale e in caso di vittoria, una tra Cesena e Salerno nella semifinale in programma sabato  alle 12.30. La finale si giocherà domenica alle 15.15.



Cerca nel sito
Agenzia Sir

Territorio

Incontri, teatro, musica e arte nei cimiteri con "Musei a cielo aperto 2019"

La rassegna, giunta alla sua IV edizione comincia, sa ...

No al dumping contrattuale

I lavoratori del commercio, del turismo, del terziari ...

Porte aperte agli studenti alla Cerdomus di Castel Bolognese

Le classi Quinte dell’indirizzo RIM dell’ ...

carta bianca

Rubriche

La gioia della laurea? Più bella se condivisa

La gioia della laurea? Più bella se condivisa

Madre e figlio conseguono, lo stesso giorno, la laure ...

Osservatorio sociale Fnp Cisl

Osservatorio sociale Fnp Cisl

OsCo: Ospedale di Comunità

Di palo in frasca

Di palo in frasca

La carioca Baby Luna

Nino Tini, un personaggio singolare

Nino Tini, un personaggio singolare

Ricordo di un contadino appassionato di tradizioni e tipicit ...
libri su p.Daniele SIR bv grazie 1 fondazione dalle fabbriche acli genio Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza bv grazie 2 famiglie abili salotto Libro di Padre Daniele Filosofi e cinema nilde in un vortice di polvere papa francesco