Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Grandine tra Brisighella e Casola Valsenio

Coldiretti segnala un primo serio evento meteo verificatosi sul nostro territorio

Grandine tra Brisighella e Casola Valsenio

Un vero e proprio cataclisma. La perturbazione tanto attesa a inizio settimana sulla nostra provincia è arrivata, ma invece della pioggia, che sarebbe stata vera e propria manna dal cielo in un contesto di allarme siccità ormai conclamato (con le precipitazioni in calo del 40% rispetto alle attese), è arrivata la temuta grandine. A segnalarlo è Coldiretti Ravenna che lunedì, subito dopo l’evento, scriveva: “Nel primo pomeriggio di oggi, dal cielo è sceso un intenso bombardamento di ghiaccio che si è abbattuto sull’alto Faentino, prendendo di mira le colline di Brisighella e Casola Valsenio e in particolare gli albicocchi, già piuttosto avanti con le fioriture”.

Ovvio che lunedì erano in corso giusto le prime verifiche da parte degli agricoltori locali, invitati da Coldiretti a segnalare una prima proiezione dell’entità dei danni al fine di delineare con precisione il territorio colpito. Un’operazione indispensabile per accertare le eventuali perdite economiche e fondiarie subite con la conseguente individuazione dei benefici di legge applicabili.

“Confidavamo in questa perturbazione per ‘dare respiro’ alle riserve idriche e quindi alle coltivazioni, già provate dalla forte siccità - commenta Nicola Grementieri, Presidente Coldiretti per il Comprensorio dell’Alto Faentino - e invece, al danno, si aggiunge la beffa della grandine di marzo e del clima pazzo col quale gli agricoltori, ormai da anni, sono costretti a fare i conti”.

A Grementieri fa eco il Presidente provinciale Coldiretti Nicola Dalmonte: “Non è certo un buon inizio di annata dal punto di vista climatico - commenta - gli sfasamenti stagionali sono un problema sempre più serio con conseguenze devastanti sui cicli delle colture, sulla gestione delle acque e sulla sicurezza del territorio, tutti aspetti che finiscono col colpire direttamente chi vive d’agricoltura e per i quali servono politiche serie di prevenzione e programmazioni adeguate”.



sfoglia la rivista
Cerca nel sito
Agenzia Sir

Territorio

Ospedale di Lugo, chiusa l

Riparte l’attività riapertura dell&rsquo ...

L

Indagine del centro studi di Confindustria Romagna: i ...

Le imprese hanno il coraggio di ripartire e vanno sostenute

Ripresa più soddisfacente per parrucchieri e c ...

Museo Diffuso: dal weekend prime riaperture

Visite possibili con mascherina e misure di prevenzio ...

carta bianca

Rubriche

Ancora fragole, aglio e insalata...

Ancora fragole, aglio e insalata...

A Terra Condivisa stiamo lavorando ...

In 7.000 per il 7° "Meeting nazionale giornalisti cattolici e non"

In 7.000 per il 7° "Meeting nazionale giornalisti cattolici e non"

Dibattito vivo ed interessante tra chiesa, societ&agr ...

L

L'impegno del pastore in mezzo alle crisi

Se ne è parlato al 7°meeting nazionale gio ...

Dopo 40 anni, i primi risultati

Dopo 40 anni, i primi risultati

Brasile, l’esperienza di Vila Misionaria

libri su p.Daniele SIR papa giovani fragole fondazione dalle fabbriche rosario orari messe Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza caritas coronavirus scout Libro di Padre Daniele casa nivella papa francesco