Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Faenza piange Andrea Emiliani

Il ricordo dell’amministrazione comunale e dell’associazione Amici dell’arte

Faenza piange Andrea Emiliani

Anche Faenza piange Andrea Emiliani, già soprintendente ai beni culturali e artistici in diverse province della Regione, tra cui Ravenna, e nella città manfreda presidente dell'Istituto superiore di industrie artistiche (ISIA), colui che per primo ne ha intuito le grandi potenzialità e lanciato come eccellenza formativa a livello nazionale. 

«L'importanza del lavoro di Emiliani nell'ambito della storia dell'arte e nella gestione dei beni artistici e culturali è assoluta e unanimemente riconosciuta  - affermano il sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi e il vicesindaco e assessore alla cultura Massimo Isola - in particolare la sua visione anticipatrice dei tempi unita a grandi capacità divulgative e organizzative. Oltre alla valorizzazione dell'ISIA, Faenza sarà per sempre riconoscente a Emiliani per l'acquisizione al patrimonio statale di Palazzo Milzetti e il conseguente restauro. Una scelta all'epoca coraggiosa e non scontata che rivelò la sua determinazione nella salvaguardia pubblica dei gioielli architettonici e artistici del nostro territorio, di cui oggi tutti noi possiamo beneficiare. Alla famiglia le più sentite condoglianze da parte dell'amministrazione comunale». 

IL RICORDO DEGLI AMICI DELL’ARTE - La scomparsa di Andrea Emiliani avvenuta il 25 marzo 2019 a Bologna, lascia un incolmabile vuoto nell'ambito culturale e artistico nazionale, perchè il rilievo e il contributo espressi dallo studioso nel corso di tanti anni di lavoro e di ricerca sono stati fondamentali per il lungo processo di valorizzazione e di tutela del patrimonio artistico della Nazione. La consapevolezza di “valore culturale” nelle sue variegate forme artistiche, ambientali, paesaggistiche antropologiche è stata il campo di indagine della sua complessa vicenda di studioso e di figura istituzionale nella salvaguardia del patrimonio storico-artistico esercitato per anni con la funzione di soprintendente regionale. Ma sulla figura di Emiliani ci piace sottolineare il suo legame con Faenza, il suo vivo rapporto con la città e le sue istituzioni, dimostrando la sua attiva partecipazione in tante occasioni di studio con contributi sempre rilevanti e propositivi. Fin dagli anni Settanta la sua presenza in città lo vedeva interlocutore nella didattica presso la scuola d'arte “Ballardini” e con gli studiosi Ennio Golfieri e Antonio Corbara; a qualche anno prima risalivano i rapporti con l'associazione Amici dell'Arte di Faenza, la cui collaborazione ha portato alla realizzazione di eventi importanti come l'eccezionale Mostra del Disegno Italiano allestita nel 1963 alla Galleria del Voltone della Molinella, ma questo rapporto non è mai cessato anzi si è intensificato in anni più recenti con la sua partecipazione a numerose conferenze organizzate dal sodalizio. Il filo diretto con Faenza lo aveva portato non solo a consolidare un legame ma ad affermare una relazione amicale e di totale fiducia. Lasciato l'incarico istituzionale, Emiliani aveva recuperato nuova linfa per le sue pubblicazioni anche per la collaborazione con la casa editrice Carta Bianca. Un ritorno alla vicenda del neoclassicismo faentino si rinnovò con la bella pubblicazione realizzata e presentata a Faenza, su Palazzo Milzetti Bolognesi, che volle fosse acquistato dallo Stato. A seguire L'elogio della mano, l'innovazione conservativa, poi La Finestra di Federico Barocci che sono stati importanti contributi a quelle tematiche care da sempre allo studioso e calate in una dimensione non teorica, ma di fattiva applicazione. Con l'ultimo impegnativo lavoro Opere d'arte prese in Italia durante la campagna napoleonica 1796-1814, la collaborazione con gli Amici dell'Arte aveva rinsaldato un rapporto di fiducia, anzi di più, una amicizia, in un proficuo confronto che ci ha arricchito del suo sapere e che ora, ci fa rimpiangere la sua indimenticabile presenza.



Cerca nel sito
Agenzia Sir

Territorio

Domenica 29 a Modigliana presentazione del libro "La ragazza ribelle"

Il romanzo, di Claudio Visani, ripercorre la storia v ...

Giovedì 19 settembre a Bagno di Romagna ecco la conferenza regionale della montagna

Presente il presidente Bonaccini, ospite d’ecce ...

Meteo, temporali in arrivo e break dell

Allerta della Protezione Civile dell’Emilia-Rom ...

carta bianca

Rubriche

L

L'ombra del disagio sui banchi

Aumento delle certificazioni e dei bisogni speciali, ...

Tartarughe e altri animali esotici: scade il termine per denunciarne il possesso

Tartarughe e altri animali esotici: scade il termine per denunciarne il possesso

Per legge i proprietari devono farlo entro il 31 agos ...

Al via un nuovo servizio di consulenza per l

Al via un nuovo servizio di consulenza per l'orientamento scolastico

il servizio è gratuito ed è rivolto a r ...

Minacce all

Minacce all'Avvenire di Calabria, la solidarietà della diocesi di Lamezia

“Vicenda che suscita preoccupazione per il clim ...

libri su p.Daniele SIR papa giovani fondazione dalle fabbriche concerto mei calciotto Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza Libro di Padre Daniele Filosofi e cinema papa francesco