Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Coldiretti: zucchero 100% italiano negli agriturismi dell'Emilia-Romagna

Terranostra e CoProB firmano il “Patto per lo zucchero italiano” 

Coldiretti: zucchero 100% italiano negli agriturismi dell

L’unico zucchero 100% italiano negli oltre 400 agriturismi di Coldiretti dell’Emilia Romagna. Lo annuncia Coldiretti regionale nel giorno della firma del “Patto per lo zucchero italiano” che ha visto sancire la partnership fra Terranostra Emilia Romagna (l’associazione agrituristica promossa da Coldiretti) e CoProB, la cooperativa di produttori bieticoli con sede a Minerbio che rappresenta l’unica filiera di zucchero 100% italiano con una produzione di 280.000 tonnellate di zucchero, prodotta negli stabilimenti di Minerbio (Bo) e Pontelongo (Pd).

L’accordo, firmato nella sede di Coldiretti Emilia Romagna, alla presenza di Stefano Dozio, direttore di CoProB e di Luigi Maccaferri, membro del comitato di presidenza della cooperativa,  dalla presidente di Terranostra regionale, Roberta Gualtieri e dal presidente di CoProB Claudio Gallerani, prevede la realizzazione da parte di CoProB di un listino prezzi dedicato agli agriturismi di Terranostra e la realizzazione di un packaging in co-branding in materiali compostabili, in virtù dell’approccio sostenibile perseguito dall’associazione, oltre che alle altre realtà aderenti alla rete di Campagna Amica in Emilia Romagna.

Coerenza nell’offerta a km zero ma anche educazione verso i clienti e ospiti soprattutto in questi giorni dove l’ingrediente più dolce in natura è celebrato nei dolci pasquali. Un contributo poi a sostegno del lavoro di migliaia di persone sia in campagna che nell’agroindustria. La coltivazione delle barbabietole è affidata alle 4.900 aziende socie di CoProB, che ogni anno genera 200 milioni di euro di indotto economico.
“Questa partnership con Terranostra è un importante tassello nel lavoro dello zucchero 100% italiano – afferma Luigi Maccaferri – che ci consente, da un lato, una equa remunerazione dei nostri associati, fondamentale per il mantenimento della bietola in un corretta rotazione agraria e dall’altro di garantire l’agroalimentare di potersi fregiare di essere vero Made in Italy”.

“Il patto per lo zucchero italiano – ha detto la presidente di Terranostra Emilia Romagna Roberta Gualtieri – rappresenta un significativo contributo a tutela dell’agricoltura più autentica, un segnale di coerenza e collaborazione territoriale a vantaggio del vero Made in Italy e quindi un’importante azione a tutela del grande patrimonio rappresentato dall’Agroalimentare italiano che gli agriturismi sono sempre in prima linea per promuovere”.



Cerca nel sito
Agenzia Sir carta bianca

Rubriche

L

L'ombra del disagio sui banchi

Aumento delle certificazioni e dei bisogni speciali, ...

Tartarughe e altri animali esotici: scade il termine per denunciarne il possesso

Tartarughe e altri animali esotici: scade il termine per denunciarne il possesso

Per legge i proprietari devono farlo entro il 31 agos ...

Al via un nuovo servizio di consulenza per l

Al via un nuovo servizio di consulenza per l'orientamento scolastico

il servizio è gratuito ed è rivolto a r ...

Minacce all

Minacce all'Avvenire di Calabria, la solidarietà della diocesi di Lamezia

“Vicenda che suscita preoccupazione per il clim ...

libri su p.Daniele SIR papa giovani imola fondazione dalle fabbriche ravenna Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza Libro di Padre Daniele Filosofi e cinema papa francesco