Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Ausl Ravenna smentisce le voci sul dimezzamento delle ambulanze nel faentino

Tiziana Rambelli di Ausl Ravenna: “Modificati solo nomi e codici di identificazione dei mezzi, l’assetto organizzativo è invece rimasto invariato”

Ausl Ravenna smentisce le voci sul dimezzamento delle ambulanze nel faentino

Tiziana Rambelli dell'Ausl Ravenna è dovuta intervenire in merito a diversi articoli usciti nei giorni scorsi sulla stampa riguardanti l'assetto d'emergenza del 118 sul territorio faentino innescati da dichiarazioni del M5S ritenute dall'azienda false.

L’assetto dei mezzi dell’emergenza 118 sul territorio faentino, ricorda Tiziana Rambelli, era ed è il seguente:

1 automedicalizzata H24 presso la postazione di Faenza

1 ambulanza H 24 presso la postazione di Faenza

1 ambulanza H 12 presso la postazione di Faenza

1 ambulanza H 24 presso la postazione di Riolo Terme

1 ambulanza H 24 presso la postazione di Russi

Queste le dichiarazioni di Tiziana Rambelli a supporto dei dati tecnici forniti: "Questo assetto, si ripete, non è mai variato e rappresenta, integrato a quello del territorio di Ravenna e di Lugo la modalità organizzativa giudicata idonea per rispondere all’emergenza territoriale nell’ambito provinciale. A partire dal 1° luglio, in un ottica di miglioramento del sistema dinamico 118, legato esclusivamente a logiche interne di maggiore efficienza operativa del servizio, è stato modificato il nome e il codice di identificazione di questi mezzi, in modo che sia maggiormente chiaro agli operatori di Centrale l’esatta individuazione di ogni mezzo di soccorso e i relativi spostamenti sul territorio. Due facili esempi per tutti: l’ambulanza di stanza a Riolo Terme, che prima si chiamava Faenza 33, oggi si chiama Riolo 33; quella che staziona a Russi e precedentemente identificata con il codice di Faenza 34, oggi si chiama Russi 34. La banalità di queste modifiche, di cui anzi ci si scusa con i lettori, dimostra una volta di più l’assoluta strumentalità delle accuse e degli allarmi totalmente ingiustificati in merito alla sanità di questo territorio, sottacendo o mettendo in secondo piano invece i grandi progressi compiuti in questi anni in molti settori, anche grazie alla positiva “contaminazione” reciproca delle diversificate esperienze dei diversi territori della Romagna".



sfoglia la rivista
Cerca nel sito
Agenzia Sir

Territorio

Museo Diffuso: dal weekend prime riaperture

Visite possibili con mascherina e misure di prevenzio ...

Brisighella, 78enne soccorso in casa e salvato

L’anziano vive da solo ed era rimasto vittima d ...

Pagamento dell

Per TARI, TOSAP e imposta sulla pubblicità - i ...

Steward per gli accessi in ospedale e nelle strutture Ausl

Dal 20 maggio il personale assicura nei 56 principali ...

carta bianca

Rubriche

In 7.000 per il 7° "Meeting nazionale giornalisti cattolici e non"

In 7.000 per il 7° "Meeting nazionale giornalisti cattolici e non"

Dibattito vivo ed interessante tra chiesa, societ&agr ...

L

L'impegno del pastore in mezzo alle crisi

Se ne è parlato al 7°meeting nazionale gio ...

Dopo 40 anni, i primi risultati

Dopo 40 anni, i primi risultati

Brasile, l’esperienza di Vila Misionaria

Festa per tutti

Festa per tutti

Sabato 9 maggio, festa della Beata Vergine delle Graz ...

libri su p.Daniele SIR papa giovani fragole fondazione dalle fabbriche rosario orari messe Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza caritas coronavirus scout Libro di Padre Daniele casa nivella papa francesco