Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

"La pace deve diventare cultura e politica"

Dal 3 al 5 gennaio 2020, scuola di pace nazionale per giovani e non. Organizza la Fraternità Francescana e cooperativa sociale Frate Jacopa presso Case del Clero

"La pace deve diventare cultura e politica"

“La pace come cammino di speranza: dialogo, riconciliazione e conversione ecologica”, è questo il tema proposto alla Scuola di Pace, organizzata a Faenza dal 3 al 5 gennaio 2020.

Gli organizzatori, Diocesi di Faenza-Modigliana e Fraternità Francescana e Cooperativa Sociale Frate Jacopa (tel. 06.631980 – cell. 328.2288455, www.coopfratejacopa.it – info@coopfratejacopa.it), intendono approfondire il 53esimo Messaggio della Giornata Mondiale della Pace.

Nei giorni in cui dal Medio Oriente al Nord Africa si sento strepitare armi di ogni calibro, l’appuntamento si rivela di stretta attualità.

La sede della Scuola di Pace è presso la Casa del Clero (via Bondioli 42). Nell’occasione la Diocesi organizza anche visite guide ai luoghi più importanti della città, fra cui il Museo diocesano, la Cattedrale e il Museo internazionale delle Ceramiche. I lavori prenderanno il via venerdì pomeriggio alle 16 con l’introduzione di Argia Passoni sul tema “In ascolto delle istanze di pace”, cui seguirà la relazione “Nel cammino del Sinodo, artigiani di pace” del giovane Mattia Brienza, rappresentante del Sinodo dei Giovani di Faenza-Modigliana (conclusosi dopo tre anni lo scorso giugno).

Sabato mattina 4 gennaio alle 9.30, sarà il vescovo locale, Mario Toso, a guidare l’intervento sul messaggio della 53esima Giornata Mondiale della Pace. Nel pomeriggio, alle 16, il professor Paolo Rizzi dell’Università Cattolica di Piacenza approfondirà il tema “Speranza di pace: equità e sostenibilità per una nuova economia”.

La mattinata di domenica, dopo le lodi e la messa, sarà dedicata alla relazione su “La pace, cammino di conversione”  del teologo morale padre Martìn Carbajo Nunez dell’Università Antonianum, Alfonsiana, Fstiu (Usa). Commenta Argia Passoni: “Saranno tre giornate di studio e preghiera per approfondire la spiritualità e la vocazione francescana di ognuno di noi, per poi portare nelle comuni occupazioni quotidiane il lievito di fraternità e di ciò che è essenziale nella vita”.

Il vescovo Toso sottolinea che: “Il tema della pace è strettamente legato a quello della speranza e all’aspirazione alla felicità”.



sfoglia la rivista
Cerca nel sito
Agenzia Sir

Territorio

Ondate di calore: attivo il piano di Ausl ed enti locali

Enti locali e mondo del volontariato in campo a soste ...

L

Tutti gli indicatori sono positivi, in particolare l& ...

 Sanità, Carradori torna in Romagna

Dopo essere stato direttore dell’Ausl di Ravenn ...

carta bianca

Rubriche

I giovani comprano droghe dal web

I giovani comprano droghe dal web

L’allarme lanciato dalla Comunità Papa G ...

Il Forum Mondiale delle Cooperative Vinicole fa il punto sulla situazione globale

Il Forum Mondiale delle Cooperative Vinicole fa il punto sulla situazione globale

L’incontro, organizzato da Caviro, ha fatto il ...

Ragazza trascinata in mare, giovane faentino si tuffa per soccorrerla

Ragazza trascinata in mare, giovane faentino si tuffa per soccorrerla

Protagonista della vicenda Tommaso Ambrosini, 27 anni ...

Ancora fragole, aglio e insalata...

Ancora fragole, aglio e insalata...

A Terra Condivisa stiamo lavorando ...

libri su p.Daniele SIR papa giovani NOVENA P DANIELE fondazione dalle fabbriche adorazione eucaristica dress again Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza terme riolo quisisana caroli unitalsi tre giorni biblica progetto targhe Libro di Padre Daniele casa nivella papa francesco