Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Il consiglio comunale al tempo del Coronavirus

Giovedì 23 a Faenza, una quindicina i punti all’ordine del giorno

Il consiglio comunale al tempo del Coronavirus

Sono una quindicina i punti previsti per la discussione e il voto di giovedì 23 aprile a Palazzo Manfredi. O meglio, in rete. Di fatto a palazzo Manfredi ci sarà di sicuro il sindaco Malpezzi e quanti altri consiglieri vorranno recarvisi.

Al momento si sta studiando la tecnologia ideale per collegare in rete anche chi è a casa.

È il primo appuntamento in tempo di corona virus, anche perché finora l’attenzione è stata prestata quasi esclusivamente sulla pandemia e i suoi riflessi anche sulla nostra popolazione. È andato in archivio anche il dibattito pre elettorale per le comunali.

Appuntamento a questo punto rinviato di sicuro dopo l’estate. Forse ottobre o novembre. Quindi, tempi supplementari per Malpezzi che proprio oggi è stato chiamato in causa dai consiglieri di Insieme per Cambiare Cavina e Penazzi. “Ci eravamo chiesti: - scrivono i due - ‘andrà tutto bene’? Ora, dopo due mesi di emergenza, i dubbi ci attanagliano sempre più. Dal punto di vista sanitario Faenza è stata piuttosto fortunata, infatti le percentuali di contagiati e deceduti sono più basse di tante altre zone anche a noi vicine, ma purtroppo dal punto di vista economico pagheremo lo scotto pienamente. Giovedì prossimo, finalmente, in videoconferenza si terrà il primo consiglio comunale dall'inizio del Lockdown per l'emergenza Corona Virus. Da oltre due mesi non riceviamo informazioni dall'amministrazione comunale sulle attività messe in campo per arginare la grave crisi economica conseguente a questa pandemia e a questa serrata”.

Insomma, se i due pensavano a un dibattito spento, credo siano riusciti nell’intento di smuovere le acque.

Ma quasi in replica, arriva invece una nota del PD di Granarolo, che scrive “In questo particolare momento di difficoltà per Faenza, come per tutta Italia, il Pd di Granarolo esprime, vicinanza, apprezzamento e sostegno all’operato e alle scelte dell’amministrazione e del Sindaco. In situazioni come questa, con l’emergenza sanitaria che è in atto, essere Sindaco di Faenza è un compito molto oneroso che moltiplica le responsabilità che naturalmente gravano su chi ha la responsabilità di governo, ma che in questo momento sono molto più pesanti”.

Non resta che attendere il Consiglio.



sfoglia la rivista
Cerca nel sito
Agenzia Sir carta bianca

Rubriche

Da Strasburgo a Faenza per amore... e non solo

Da Strasburgo a Faenza per amore... e non solo

Intervista a Emma Berthaud in servizio al Centro di A ...

Covid-19 e ciclone Amphan

Covid-19 e ciclone Amphan

Mesi difficili per la Zona di Sathkira, in Bangladesh ...

Rimon Gain, un giovane  che lotta per gli ultimi

Rimon Gain, un giovane che lotta per gli ultimi

L’impegno del Comitato di Amicizia in Banglades ...

libri su p.Daniele SIR papa giovani NOVENA P DANIELE targhe russi ECOLOGIA INTEGRALE fondazione dalle fabbriche adorazione eucaristica VIGNETTA AGOSTO dress again concorso foto Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza caroli unitalsi libano Libro di Padre Daniele muve nature inquiete papa francesco