Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

La proposta della Lega: palestre a cielo aperto

In questo modo – affermano i consiglieri regionali della Lega – potrebbe riprendere l’attività fisica, in sicurezza, e tornerebbero a lavorare tanti operatori del settore fitness

La proposta della Lega: palestre a cielo aperto

I Consiglieri Regionali della Lega hanno chiesto alla Giunta Regionale , di impegnarsi per concedere ai singoli comuni della Regione la possibilità di sottoscrivere accordi con palestre ed associazioni sportive del territorio per poter accedere in maniera contingentata e sicura ai parchi pubblici comunali dove poter svolgere corsi di attività motoria, accordandosi su luoghi, orari delle attività e disposizioni per il mantenimento del distanziamento sociale e della sicurezza delle persone.

Le “palestre a cielo aperto” potrebbero fungere da banco di prova per poter riprendere l'attività fisica controllata e dare lavoro ai tanti operatori del settore fitness, ma sarebbe anche un'apripista per altri soggetti come il cinema e la didattica all'aperto.

“Il Comune di Forlì sta già valutando la possibilità di poter concedere le aree verdi cittadine alle associazioni sportive per non lasciare sole le tante società che rischiano di sparire in questa grave situazione sanitaria ed economica - aggiunge Andrea Liverani prima firmatario della risoluzione – chiedo quindi che la Regione Emilia-Romagna sia attiva e propositiva per rilanciare l'attività fisica che come affermato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità rappresenta un farmaco potente ed efficace contro l'insorgere di tante malattie croniche.”