Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Coronavirus, sono 1.275 i casi a Faenza

Rallenta la curva del contagio in città. I nuovi casi, emersi nell’ultima settimana, sono 181 in calo di circa 70 rispetto alla settimana precedente. Sono circa 900 i casi attivi mentre si è registrato un nuovo decesso e sono così 24 i faentini che hanno perso la vita a causa del covid 19

Coronavirus, sono 1.275 i casi a Faenza

Come sta avvenendo in tutta Italia, anche a Faenza la curva del contagio ha rialzato decisamente la testa a partire da fine ottobre. Fortunatamente però dopo una forte impennata registrata a novembre, con Rt schizzato sopra due, ora la curva del contagio sembra mostrare i primi segni di rallentamento, con Rt sotto ad uno, valore che consente di controllare l’espansione dell’epidemia.

I positivi registrati nell’ultima settimana sono infatti 181, circa una settantina in meno rispetto alla settimana precedente. In città i casi attivi sono quasi 900, derivanti da catene di contagio e non da focolai sul territorio. Nel corso dell’ultima settimana si è purtroppo verificato un ulteriore decesso e sono così 24 i cittadini faentini scomparsi a causa del covid 19.


 

Ad informare la cittadinanza sull’andamento del contagio a Faenza è stato il primo cittadino, Massimo Isola, attraverso la sua pagina ufficiale Facebook.


 

Questo il suo intervento integrale, relativo all’andamento epidemiologico e alle sue ripercussioni sul territorio faentino:

Il #Covid continua a circolare in maniera importante ma è un segnale positivo il fatto che dopo settimane di continua salita si registri finalmente un rallentamento: negli ultimi sette giorni Faenza conta 181 nuovi positivi, una settantina in meno rispetto alla settimana precedente.⁣⁣

Anche l’Ausl conferma questa tendenza. Nelle riunioni tecniche è stato verificato che tra la fine di ottobre e inizio novembre a Faenza c’è stata effettivamente un’impennata di nuovi positivi che ha portato l’indice Rt di contagiosità del virus - uno dei parametri in base al quale viene calcolata la capacità dell’epidemia di espandersi - oltre al valore 2, per poi calare progressivamente e tornare in questi giorni sotto a 1, considerata la soglia di guardia. ⁣⁣

Tendenze a valori in linea con il resto della Romagna, con scostamenti nella norma per fortuna migliori rispetto ai dati di altre realtà lungo la via emilia, soprattutto di parte emiliana. La situazione è perciò da considerarsi sostanzialmente sotto controllo.⁣⁣

⁣⁣

Il totale dei positivi diagnosticati a #Faenza dall’inizio della pandemia è di 1.275 (+26 il dato odierno) sui 7.105 del territorio provinciale. I decessi crescono a 24, uno in più rispetto alla settimana scorsa su 167 totali, sempre in riferimento alla provincia. Quasi 900 i casi attivi derivanti da catene di contagi; nessun focolaio.⁣⁣

In provincia si è ormai superata la soglia dei duemila tamponi giornalieri, 2.363 quelli eseguiti ieri, 1.954 il giorno precedente, ben 35.586 il totale dei prelievi nasofaringei dell’ausl Romagna nella settimana scorsa. Sono dati che raccontano, meglio di altri, la pressione notevole sul sistema sanitario, giorno dopo giorno, a partire dalla presa in carico dei nuovi contagiati, dall’individuazione dei contatti significativi, senza contare il surplus di lavoro negli ospedali. Perché è bene non dimenticarlo, il covid non ha fatto sparire le altre patologie e le necessità di cura e assistenza, ospedaliera e domiciliare.⁣⁣

Sul tema scuola non mi soffermo molto questa sera. Come ben sanno le tante famiglie coinvolte, in questi giorni sono aumentati i casi di intere classi di elementari e medie della città e del forese costrette a casa, in via precauzionale, causa l’individuazione di alunni o insegnanti positivi e con conseguente attivazione della didattica a distanza. ⁣⁣

Aumentano i disagi delle famiglie ma va ricordato che sono decisioni, credo condivisibili, in ottica esclusivamente cautelativa. La notizia positiva è che la percentuale degli alunni positivi delle intere classi sottoposte a tampone tramite drive through è bassissima. Sui quasi 400 tamponi eseguiti alla scuola europa, ad esempio, ne sono risultati positivi solo 5, a conferma di quanto già detto: le scuole al momento sono luoghi sicuri e le misure di sicurezza sanitaria adottate funzionano.⁣⁣

Ultime informazioni: ieri è scaduto il termine per le domande per i contributi a fondo perduto per le categorie che hanno subìto restrizioni dopo il #DPCM del 24 ottobre 2020, una misura straordinaria che in alcuni casi potrà arrivare a fino a 2.000 euro. ⁣⁣

Allo stesso tempo da oggi, fino al 9 dicembre, è possibile presentare la domanda per l’intervento straordinario di sostegno economico riservato ai nuclei familiari in gravi difficoltà economiche per un massimo di tre mensilità.⁣⁣

Senza dimenticare il numero di telefono unico 691869, a cui fare riferimento per le esigenze di carattere sociale.⁣⁣

Sono misure decise dal Comune di Faenza e dall’Unione della Romagna faentina, in accordo con associazioni, sindacati e terzo settore, che, nelle intenzioni, speriamo possa aiutare concretamente ad alleggerire il peso delle difficoltà che stiamo vivendo.⁣⁣



sfoglia la rivista
Cerca nel sito
Agenzia Sir

Territorio

Giunta dell

La distribuzione delle deleghe era un atto nec ...

 Apre un punto drive through a Marradi

Il servizio scatta dalla prossima settimana, il marte ...

Allarme siccità, è un autunno senza piogge

Coldiretti: “Agricoltori preoccupato in vista d ...

carta bianca

Rubriche

Controcorrente

Controcorrente

Riceviamo e pubblichiamo

L

L'astrologo meridiano in mostra a Roma

Continua l’attività di prestito da parte ...

Consegnate le borse di studio all

Consegnate le borse di studio all'I.T.I.P. Bucci di Faenza

A premiare i migliori alunni è stata, come avv ...

libri su p.Daniele SIR bcc natale papa giovani NOVENA P DANIELE biglietti 01 sasso fondazione dalle fabbriche adorazione eucaristica VIGNETTA ottobre biglietti 02 biglietti 03 rosario dress again Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza caroli unitalsi Libro di Padre Daniele papa francesco