Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Camminare insieme, in modo sinodale

In ritiro insieme i diaconi delle diocesi di Faenza, Ravenna, Cesena e Forlì

Camminare insieme, in modo sinodale

Uno sguardo a tutto tondo sulla sinodalità nella Chiesa: lo ha proposto don Roberto Repole, sacerdote e teologo di Torino, nel suo doppio intervento al ritiro interdioesano (per le diocesi di Ravenna, Cesena, Forlì e Faenza) per i diaconi e aspiranti ai ministeri ordinati, svoltosi il 5 e 6 settembre dai missionari saveriani a San Pietro in Vincoli. Per sinodalità, ha precisato, si intende il “camminare insieme di tutti i cristiani”, che fa sì che, soprattutto per le grandi questioni, all’interno della Chiesa si decida in modo universale, dopo un opportuno confronto. Una sinodalità che si fonda sulla Bibbia: l’inizio della Genesi e la fine dell’Apocalisse (il primo e ultimo libro) evidenziano entrambi una umanità unificata nella relazione con Dio e in se stessa. Dio, ha precisato don Repole, vuole “realizzare una comunione tra tutti gli uomini, li ‘raccoglie’, va in cerca dei dispersi”.

Questa unità degli uomini trova il suo sigillo in Cristo, che accoglie e ama anche i più lontani (es. la samaritana al pozzo) e, nella sua morte e risurrezione, dà a tutti gli uomini la piena dignità dei figli di Dio. È per questo che nel nostro agire nella Chiesa (come vescovi, sacerdoti, diaconi, laici), ha proseguito, non dobbiamo cadere nella tentazione, come talvolta accade, di togliere o sminuire la dignità a un nostro fratello nella fede, non valorizzandolo o evidenziandone i difetti. E “nessuno può dirsi Chiesa senza l’altro - ha aggiunto -. Io sono Chiesa con te e mai senza di te”. In questo essere Chiesa, ha precisato, importante è il ruolo del diacono che, in questa società sfaldata, in cui mancano i riferimenti valoriali, è chiamato a fare da collante fra il sacerdote e i fedeli, è chiamato a integrare nella comunità ecclesiale quelle persone che la società esclude. E deve farlo in comunione con gli altri soggetti che operano nella Chiesa, riconoscendone la differenza carismatica e la pari dignità di figli di Dio.

Edo



sfoglia la rivista
Cerca nel sito
Agenzia Sir carta bianca

Rubriche

Da Strasburgo a Faenza per amore... e non solo

Da Strasburgo a Faenza per amore... e non solo

Intervista a Emma Berthaud in servizio al Centro di A ...

Covid-19 e ciclone Amphan

Covid-19 e ciclone Amphan

Mesi difficili per la Zona di Sathkira, in Bangladesh ...

Rimon Gain, un giovane  che lotta per gli ultimi

Rimon Gain, un giovane che lotta per gli ultimi

L’impegno del Comitato di Amicizia in Banglades ...

libri su p.Daniele SIR papa giovani NOVENA P DANIELE targhe russi ECOLOGIA INTEGRALE fondazione dalle fabbriche adorazione eucaristica VIGNETTA AGOSTO dress again concorso foto Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza caroli unitalsi libano Libro di Padre Daniele muve nature inquiete papa francesco