Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Covid-19, nuova stretta del governo per contenere il contagio

Il premier Giuseppe Conte ha firmato il nuovo dpcm, in vigore dal 26 ottobre. Chiudono palestre, piscine, cinema e teatri. Ristoranti e bar dovranno abbassare la serranda alle 18

Covid-19, nuova stretta del governo per contenere il contagio

Con un nuovo dpcm, il 22esimo dall’inizio dell’emergenza Covid, il governo ha varato un’ulteriore stretta per cercare di frenare una curva del contagio ormai in evidente crescita, soprattutto in Lombardia, Piemonte e Campania. Si tratta di una sorta di semi-lockdown che vuole contenere la mobilità delle persone, soprattutto in orario serale.

 

Le nuove norme sono in vigore da oggi, 26 ottobre, e resteranno valide fino al 24 novembre. Grazie ad esse il governo si augura di tenere sotto controllo la curva epidemiologica e di guardare alle festività natalizie con maggiore serenità.

Il nuovo dpcm impone dunque a bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie di rimanere aperti dalle 5 alle 18, festivi compresi. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone. Rimangono permesse la consegna a domicilio e l’asporto fino alle ore 24.

 

Palestre, piscine, centri benessere e termali dovranno rimanere chiusi così come i cinema ed i teatri.

A fermarsi è anche lo sport visto che restano consentiti soltanto gli eventi e le competizioni sportive riconosciuti di interesse nazionale, nei settori professionistici e dilettantistici, dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali.

 

Stop anche a sagre, fiere e mercatini così come alle feste, anche quelle successive a cerimonie civili e religiose.

 

I servizi per le scuole dell’infanzia (prima dette scuole materne) e le lezioni della scuola primarie (le elementari) e della secondaria di primo grado (le medie) continueranno a svolgersi in presenza. Le scuole secondarie di secondo grado (cioè le superiori) dovranno adottare forme flessibili e una didattica digitale integrata (DDI) pari almeno al 75 per cento.

 

Infine, rimangono consentiti gli spostamenti tra comuni e regioni ma il governo raccomanda fortemente di spostarsi solo per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.

 

Il dpcm raccomanda inoltre di non ricevere a casa persone diverse da quelle del proprio nucleo familiare, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza e di utilizzare comunque la mascherina, in presenza di persone non conviventi.



sfoglia la rivista
Cerca nel sito
Agenzia Sir

Territorio

Giunta dell

La distribuzione delle deleghe era un atto nec ...

 Apre un punto drive through a Marradi

Il servizio scatta dalla prossima settimana, il marte ...

Allarme siccità, è un autunno senza piogge

Coldiretti: “Agricoltori preoccupato in vista d ...

carta bianca

Rubriche

Controcorrente

Controcorrente

Riceviamo e pubblichiamo

L

L'astrologo meridiano in mostra a Roma

Continua l’attività di prestito da parte ...

Consegnate le borse di studio all

Consegnate le borse di studio all'I.T.I.P. Bucci di Faenza

A premiare i migliori alunni è stata, come avv ...

libri su p.Daniele SIR papa giovani NOVENA P DANIELE biglietti 01 fondazione dalle fabbriche adorazione eucaristica VIGNETTA ottobre biglietti 02 biglietti 03 rosario dress again tornielli Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza caroli unitalsi Libro di Padre Daniele papa francesco