Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

L'ordinazione diaconale di Emanuele e Michél

In cattedrale domenica scorsa

L

Doveva essere festa e festa si è fatta, pur con tutti gli accorgimenti e le distanze che il periodo presente richiede. Amici e parenti, ma anche compagni di studio e sacerdoti del presbiterio diocesano, si sono stretti seppure a misura, attorno a Emanuele e a Michél nel pomeriggio di una splendida domenica com’è risultata quella scorsa. Ci si è ritrovati in Cattedrale, sotto la guida del vescovo Mario che ha avuto l’occasione di ordinare un figlio della nostra terra, Emanuele, poco più che trentenne. E con lui un figlio d’Africa, del Camerun, per l’esattezza. Un diacono di 38 anni che risponderà al vescovo della sua terra di origine, e che in questi tempi ha concluso gli studi al Seminario regionale di Bologna vivendo a Cotignola con i confratelli dell’associazione Opera Santa Maria della Luce, nel convento che fu dei Francescani.

Lo scenario di questa ordinazione si è quindi allargato fino al grande continente oltre il Mediterraneo, fino al cuore dell’area equatoriale di quell’immenso continente. Un grande paese con 20 milioni di abitanti, per il 70% cristiani, che si affaccia al golfo di Guinea. Da là il vescovo di Michél e la sua famiglia hanno potuto seguire in diretta streaming la celebrazione in cui questo loro figlio è stato ordinato diacono.

Anche in Duomo lo scenario si è presentato nuovo, con due grandi schermi che hanno consentito anche ai fedeli presenti nelle navate laterali di seguire quanto accadeva a ridosso dell’altare maggiore senza doversi spostare.

Suggestivo come sempre il momento della vestizione con stola e dalmatica che ha visto intervenire una Carmelitana Minore della Carità, che opera nella Casa della Carità di Bologna dove Emanuele ha svolto servizio in quest’ultimo anno vicino ad amici con disabilità varie; per Michél, invece, è stata una sorella a porgergli i simboli del suo nuovo stato.

Conclusa la festa liturgica, ci si è poi spostati sul sagrato del duomo, dove in qualche modo Emanuele e Michél hanno scambiato sguardi e saluti gioiosi con chi li ha accompagnati in questo loro passo. 

Ora i due continueranno la loro formazione che guarda verso l’ordinazione sacerdotale.

Giulio Donati



sfoglia la rivista
Cerca nel sito
Agenzia Sir

Territorio

Giunta dell

La distribuzione delle deleghe era un atto nec ...

 Apre un punto drive through a Marradi

Il servizio scatta dalla prossima settimana, il marte ...

Allarme siccità, è un autunno senza piogge

Coldiretti: “Agricoltori preoccupato in vista d ...

carta bianca

Rubriche

Controcorrente

Controcorrente

Riceviamo e pubblichiamo

L

L'astrologo meridiano in mostra a Roma

Continua l’attività di prestito da parte ...

Consegnate le borse di studio all

Consegnate le borse di studio all'I.T.I.P. Bucci di Faenza

A premiare i migliori alunni è stata, come avv ...

libri su p.Daniele SIR papa giovani NOVENA P DANIELE biglietti 01 fondazione dalle fabbriche adorazione eucaristica VIGNETTA ottobre biglietti 02 biglietti 03 rosario dress again tornielli Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza caroli unitalsi Libro di Padre Daniele papa francesco