Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Verso la conclusione i lavori per il completamento della ciclopista di Borgo Tuliero

Dopo la realizzazione del tratto più lungo, che ha comportato un importante lavoro durato circa tre anni, all’appello mancavano due brevi tragitti

Verso la conclusione i lavori per il completamento della ciclopista di Borgo Tuliero

In questi giorni la ditta incaricate dal Comune di Faenza sta portando a temine gli ultimi due tratti della ciclopista di Borgo Tuliero, opera realizzata dal Comune di Faenza con l’aiuto della Regione nata per mettere in collegamento la frazione alla città con un percorso sicuro per pedoni e ciclisti. L’intervento si divideva in tre tratti; il più lungo che si riallaccia ad un percorso ciclabile esistente compreso tra la frazione di Borgo Tuliero e l'incrocio fino a via Sarna e altri due, più brevi. Uno sullo stesso lato del primo intervento, da via Giovanni Verità sino al caseggiato dove si trova tra l’altro il tabacchino e un altro, sul lato opposto, fino all’incrocio con via San Martino. Dopo la realizzazione del tratto più lungo, che ha comportato un importante lavoro durato circa tre anni, all’appello mancavano questi ultimi due brevi tragitti.

 

Il primo, da via San Martino verso Borgo Tuliero, è lungo 110 metri e largo due metri e mezzo. Viste le esigue dimensioni della banchina stradale e l'interferenza da parte di una conduttura d’acqua interrata nei pressi della scarpata, che richiedeva una distanza di rispetto, per poter realizzare la ciclo-pista, è stata costruita una struttura portante costituita da una paratia di pali in cemento armato sulla quale è poi stata realizzata la pista ciclopedonale. Secondo tratto, lungo poco meno di 50 metri dall’incrocio con via Verità verso il Bar del Ponte Rosso, qui la pista ciclabile è stata realizzata allargando la sede stradale attraverso la costruzione di un muro di sostegno in cemento armato. Il costo di questi ultimi due tratti è stato di circa 300mila euro, coperti con un finanziamento regionale e del Comune, che si aggiungono ai quasi 900mila per la realizzazione del tratto principale inaugurato a maggio dello scorso anno.

 

Dopo la parte strutturale, manca ormai pochissimo all’apertura dei due percorsi a pedoni e ciclisti, che è prevista infatti tra la fine dell’anno e il mese di gennaio. Sono infatti da ultimare la pitturazione del fondo stradale nel tratto tra via Giovanni Verità e il Bar del Ponte Rosso e la segnaletica, orizzontale e verticale, in entrambi i tratti.

 

Da ricordare che l’opera della pista ciclo-pedonale di Borgo Tuliero è una delle infrastrutture importanti realizzate in città, accogliendo anche le richieste dei residenti della frazione faentina, e che si inserisce nei tracciati che l’amministrazione manfreda ha creato nell’ambito della mobilità sostenibile nelle direttrici ‘casa-lavoro’ e ‘scuola-lavoro’. Fino allo scorso anno infatti moltissimi residenti che da Borgo Tuliero dovevano recarsi in città, chi per lavoro e chi per andare a scuola, lo dovevano fare percorrendo oltre un chilometro sulla provinciale modiglianese in presenza del traffico dei veicoli.