Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Grande successo per il "GiocaBUCCI"

Ben 46 le coppie genitori/figli che hanno partecipato al quiz online di ITIP BUCCI
all’insegna del divertimento e della condivisione

Grande successo per il "GiocaBUCCI"

Hanno riscosso un incredibile successo le due serate (16 e 18 dicembre scorsi) del GiocaBUCCI, il quiz online rivolto a studenti dell’istituto in coppia con un familiare per ravvivare e rinsaldare la comunità scolastica anche in periodo di Didattica a distanza. I cinque docenti di Lettere dell’ITIP che hanno ideato il gioco sono stati infatti costretti ad innalzare il numero di squadre ammesse in gara che dalle previste 30 è lievitato fino a 46.

«Di sicuro noi, dopo esserci quasi accapigliati per le domande, ci siamo divertiti moltissimo». Questo il commento unanime degli insegnanti. I concorrenti hanno risposto alle domande più disparate relative a sei ambiti.

«Alcune erano proprio salate, anche più di quelle che i prof ci fanno a scuola» ha commentato Alessandro Soglia, uno dei vincitori in coppia col padre Fabrizio.

A proporre i quiz due vallette estremamente professionali: le professoresse Delia Bellosi e Rosa Randi, affiancate dal conduttore delle serate, il professor Antonio Tricarico, dalle inattese doti di showman. Tutti coadiuvati da due giudici inflessibili, definiti fin da subito «la Santa Inquisizione»: le professoresse Anna Bruno e Daniela Carella.

Nella veste di tifosi vari insegnanti e la Dirigente scolastica Gabriella Gardini, che ha scherzosamente rimproverato i presentatori per alcune domande troppo difficili.

Cinque le coppie vincitrici: Christian Vignoli (5ªAE) e il padre Andrea; Alessandro Soglia (5ªDM) e il padre Fabrizio; Dimitri Vignoli (4ªBI) e il fratello Enea; Gabriele Tinelli Renzi (4ªAE) e la madre Barbara; Andrea Servadei (3ªBI) e la sorella Elena.

Come in ogni quiz che si rispetti, anche nel GiocaBUCCI non potevano mancare premi e attestati, consegnati in presenza lunedì 21 nella sede di via Nuova, 45. «È stato un modo divertente per giocare con i nostri figli ormai grandi ed essere partecipi della loro realtà, anche conoscendo sotto una veste diversa i docenti» ha apprezzato Rosa Acocella, madre di Davide D’Alessandro di 1ªEE.

«Bellissima e originale iniziativa» ha concordato Gabriele Tinelli Renzi.

«Una nuova esperienza da ripetere e un modo diverso per trascorrere il tempo insieme in questo periodo buio, in cui non si può fare quasi niente» ha aggiunto Christian Vignoli, che si è aggiudicato il primo premio col padre Andrea.

Lo scopo degli organizzatori era, del resto, proprio questo, riunire i #tipidaitip e le loro famiglie per stare insieme (sebbene online) divertendosi: comunque sia andata… è stato un successo!