Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Sant'Agata sul Santerno: sei nuove piante grazie all'associazione Aipv

Sant

Sono state messe a dimora le sei nuove piante donate dall'Associazione italiana professionisti del verde (Aipv) al Comune di Sant'Agata sul Santerno. Nello specifico, si tratta di due alberi (Prunus pissardii), messi a dimora in via Salvo D'Acquisto e via Madre Teresa di Calcutta, e quattro arbusti (Photinia compacta), piantati nel parco della scuola primaria.

 

Alla piantumazione era presente, insieme al sindaco Enea Emiliani e all'assessora all'Ambiente Elisa Sgaravato, Emanuele Valenti come rappresentante locale per la delegazione Aipv dell'Emilia Romagna.

 

"L'Amministrazione comunale ha molto a cuore le tematiche inerenti l'ambiente e il clima, così come si evince dalle linee programmatiche 2019-2024, e condivide in pieno lo spirito dei promotori dell'iniziativa - ha dichiarato il sindaco Enea Emiliani -. Il Comune ha sottoscritto il Piano d'azione per l'energia sostenibile e il clima (Paesc) e il Patto dei sindaci per contrastare la crisi climatica: in quest'ottica la diffusione di una cultura del rispetto ambientale resta fondamentale per la crescita di cittadini consapevoli e lo sviluppo armonioso del paese".

 

La donazione, fatta in occasione della Giornata dell'albero 2020, si inserisce inoltre nel progetto della Regione Emilia-Romagna "Mettiamo radici per il futuro", che prevede un nuovo albero per ogni abitante della regione. Soltanto lo scorso anno, a Sant'Agata sono state messe a dimora oltre quaranta piante nei parchi pubblici, frutto di una iniziativa popolare che ha visto coinvolti numerosi cittadini e aziende locali.

 

"Siamo consapevoli dei molteplici benefici a breve e a lungo termine che si possono ottenere dagli alberi - sottolinea l'assessora all'Ambiente Elisa Sgaravato -: mitigazione delle piogge intense, ombreggiamento, assorbimento di gas inquinanti e polveri sottili, biodiversità urbana, sono solo quelli più evidenti".