Da Gerusalemme ai confini della terra
sfoglia la rivista

Cisa dona 40mila euro al Comune di Faenza

La donazione servirà a sostenere le famiglie che si trovano in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria

Cisa dona 40mila euro al Comune di Faenza

La multinazionale Allegion, di cui il brand CISA fa parte, ha donato 50mila euro alle comunità di Faenza e Monsampolo del Tronto per sostenere le famiglie economicamente più colpite dall’emergenza sanitaria nell’acquisto di beni alimentari di prima necessità. Il Gruppo Allegion, da sempre impegnato per garantire il benessere delle comunità nelle quali sono insediati gli stabilimenti, ha infatti avviato una campagna di solidarietà a sostegno delle realtà locali. Lo stesso Dave Petratis, CEO di Allegion, ha riconosciuto che l’emergenza alimentare è l’area di maggiore urgenza in cui l’azienda può fare la differenza dando un sostegno concreto e immediato alle famiglie che si trovano in condizione di maggiore disagio. In Italia, per le sedi CISA di Faenza e Monsampolo del Tronto, sono stati individuati due progetti di solidarietà con organizzazioni che già sono in prima linea per fronteggiare l’emergenza. A Faenza, tramite l'assessorato alle politiche sociali, sono andati 40mila euro alle famiglie con fragilità economica e in stato di maggiore bisogno. A Monsampolo del Tronto è invece stato scelto il progetto “KAIROS Una casa per tutti” al quale sono stati donati 10 mila euro.

Poter dimostrare vicinanza e dare un sostegno concreto alle nostre realtà locali -fanno sapere da CISA- è di fondamentale importanza e rende Allegion e tutti i dipendenti CISA felici e orgogliosi di poter restituire un sorriso e qualche momento di serenità in queste festività natalizie”.

Ringraziamo Cisa -ha invece detto il sindaco Massimo Isola che questa mattina, assieme all'assessore ai servizi sociali, Davide Agresti, hanno fatto visita allo stabilimento CISA di Faenza- per questo grande gesto di solidarietà destinato a Faenza che sottolinea quanto l'azienda mantenga un profondo rapporto con l'anima e il cuore con la città dove da sempre ha svolto la sua attività malgrado oggi faccia parte di un colosso internazionale. L'idea di un rapporto tra pubblico e privato per migliorare la qualità della vita delle persone in difficoltà è il progetto che Allegion ha condiviso, un progetto per noi strategico, potendo rispondere alle esigenze delle famiglie in difficoltà anche attraverso l'apporto dei privati. Il Comune ha messo a disposizione 310mila euro e adesso la Cisa ci ha donato 40mila euro. Speriamo che questo gesto sia la prima tappa di un coinvolgimento della città. Le fragilità sono cresciuta, lo dimostrano le associazioni che si occupano di questo problema, e ci troviamo di fronte a una situazione preoccupante. Questo dono da parte di AllegionCISA assume un valore di grande significato simbolico. Facciamoci carico assieme di lasciare indietro meno persone possibili. Questa collaborazione tra i servizi sociali con la più grande azienda storica della città consegna l'idea di una comunità che vuol andare avanti insieme”.

Ieri mattina nel corso di una breve cerimonia nella sede CISA di via Oberdan, Maurizio Marguccio, Country Manager Italy ed Enrico Dalmonte, HR Manager Southern & HRBP Corporate Functions, hanno consegnato nella mani del sindaco Massimo Isola e dell’assessore Davide Agresti, la generosa donazione.