Il Sinodo è appena iniziato, tanti giovani ma anche adulti nemmeno sanno ancora cosa sia, " />
_
sfoglia la rivista
carta bianca fondazione dalle fabbriche Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza Libro di Padre Daniele

Sinodo dei Giovani: una roba 'contagiosa'

Il Sinodo è appena iniziato, tanti giovani ma anche adulti nemmeno sanno ancora cosa sia,
Sinodo dei Giovani: una roba

tantissimi ignorano persino l’esistenza di questo biennio speciale che vivrà la nostra diocesi, noi stessi organizzatori ancora fatichiamo a immaginare come e cosa succederà, ma venerdì scorso, con l’evento “Fatti sentire! PG Song Contest” si è capito bene quale deve essere la linea generale da seguire.

Io almeno l’ho capito bene, i giovani sono alla ricerca del bello!

Più di quanto si creda. E venerdì, nel cortile interno ex Salesiani, il concerto evento della Pastorale Giovanile è stato qualcosa di molto bello. Musica live di altissima qualità, grazie a giovani musicisti e giovani cantanti provenienti da ogni parte della diocesi, conduzione e regia della serata impeccabili, comicità, tanto pubblico, tanti giovani e tanto divertimento.

Non dico questo solo secondo il mio gusto personale, ma ripensando ai tanti complimenti ricevuti nel post serata, che fanno piacere ovviamente, ma soprattutto dicono che l’idea è piaciuta.

È stato molto bello vedere che il luogo scelto, vicino a punti di interesse cui i giovani faentini sono affezionati, ha permesso a tanti di loro di entrare a curiosare, e di partecipare a questa serata che era pensata per TUTTI i giovani, e non solo per gli abituali frequentatori degli ambiti parrocchiali. E questa deve essere la seconda grande linea guida di questo Sinodo, rivolgersi a tutti, ascoltare i bisogni di tutti, e fare proposte concrete e divertenti per tutti. Questo è stato ben spiegato anche negli interventi durante la serata, specialmente da parte del responsabile dell’ufficio diocesano di Pastorale Giovanile, don Francesco Cavina.

Io, come membro della Pastorale Giovanile sono molto contento di aver partecipato all’organizzazione, e non vedo l’ora di pensare e creare altri eventi per tutti i giovani della nostra diocesi, e spero che l’entusiasmo sia sempre più contagioso. Ho avuto la fortuna di partecipare alla serata anche con la mia compagnia teatrale, la Co.Cap, che con tre brevi sketch comici ci ha dato la possibilità di metterci in mostra, farci conoscere da un pubblico più ampio e fare esperienza insieme.

Ringrazio quindi gli organizzatori e soprattutto il pubblico che ha partecipato, e invito tutti i giovani a stare con le orecchie ben aperte, perché questo è solo il primo di tanti eventi che vivremo!

Matteo Linguerri



_
Invia ad un amico Stampa