_
sfoglia la rivista
carta bianca fondazione dalle fabbriche Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza Libro di Padre Daniele

Incendio a ridosso dell'eremo di Gamogna

Alcuni giorni di lavoro per spegnere le fiamme che hanno distrutto 15 ettari di bosco
Incendio a ridosso dell

Pare che le fiamme siano frutto di una distrazione di un gruppo di ragazzi scout fiorentini accampati nelle vicinanze dell'Eremo di Gamogna. I ragazzi, come le sorelle della Fraternità monastiche di Gerusalemme, per precauzione sono stati sfollati a Modigliana.
Sul posto, come segnalato dalla Regione Toscana, hanno operato due elicotteri della flotta regionale, elifirenze ed elipistoia, oltre a 7 squadre a terra di volontari, dell'Unione Comuni del Mugello e di Vigili del Fuoco, con due mezzi-autobotti, e una terza di rinforzo da Firenze. Le operazioni di spegnimento, secondo quanto segnalato dalla Sala operativa della protezione civile della Città Metropolitana, si sono protratte fino alla notte tra sabato e domenica, causa la difficoltà di operare e far arrivare acqua nella zona del rogo, particolarmente impervia.

Il sindaco di Marradi Tommaso Triberti, è andato sul posto delle operazioni e ha dichiarato: “Vorrei rivolgere un forte e sentito ringraziamento a tutti gli operatori, dalla Protezione civile regionale a l’Ufficio Associato del Mugello, Vigili del fuoco e i volontari Vigili del fuoco di Marradi, volontari e il personale dell’Unione dei Comuni e la Misericordia per i soccorsi prestati agli scout e la collaborazione fornita insieme all'associazione Lutirano venerdì sera nel dare supporto, assistenza e un pasto ai ragazzi che abbiamo radunato al Centro di Protezione civile di Marradi in attesa dei genitori, e con loro - conclude il sindaco - privati cittadini e in particolare la famiglia Camurani che hanno dato il loro supporto”.
Da segnalare una nota del Conapo, sindacato autonomo dei Vigili del Fuoco, che di fronte all'emergenza di evacuare persone segnala che “in poche parole è accaduto che entrambi i mezzi partiti dal Distaccamento di Borgo San Lorenzo sono rimasti fermi per strada a causa di guasti meccanici dovuti primariamente alla loro vetustà".


_
Invia ad un amico Stampa