_
veglia vocazioni Reda ... passi di gioia Salotto teologico L'amore non si arrende Immagine della BV di Lourdes a Faenza Festa del primo maggio
sfoglia la rivista
carta bianca libri su p.Daniele fondazione dalle fabbriche Pellegrinaggi Unitalsi: Lourdes, ecc. Lectio a san Potito Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza Libro di Padre Daniele

L'importanza dell'integrazione a scuola

Faenza: interrogazione consigliare di Insieme per Cambiare. Comunicato
L

(Nella foto i consiglieri Ixc, Penazzi e Cavina)
Nel corso del consiglio comunale di lunedì 19 marzo, la lista civica “Insieme per Cambiare” ha interrogato il Sindaco Giovanni Malpezzi e l'Assessore all'Istruzione Simona Sangiorgi per comprendere le ragioni di squilibrio che riguardano le classi scolastiche del territorio faentino.

Considerato che negli ultimi anni si è creata una situazione con composizione di classi scolastiche interamente di bambini stranieri, mentre in altre con percentuali sotto la media, Insieme per Cambiare, ritenendo che l'integrazione parta dalla scuola, luogo fondamentale di scambio, valorizzazione e condivisione delle diverse culture, ha chiesto se le iscrizioni dell'anno 2018/19 abbiano confermato lo squilibrio e con quali misure e strategie la Giunta intenda agire per una migliore distribuzione degli studenti nelle scuole del comprensorio.

Il Sindaco Malpezzi ha risposto che il tema è delicato ed importante e, nell'ammettere lo squilibrio degli ultimi anni, ha già avviato una serie di azioni per una maggiore armonizzazione nella fase di iscrizione. L'obiettivo condiviso con i dirigenti scolastici è di aumentare la qualità dell'integrazione con progetti di didattica, ma anche con la sensibilizzazione delle famiglie.

Insieme per Cambiare in un ulteriore intervento si è impegnato a monitorare con attenzione alla salvaguardia dei dirittti degli studenti sia stranieri che italiani.



_
Invia ad un amico Stampa