È bello essere di Cristo!

" />
_
veglia vocazioni Reda ... passi di gioia Salotto teologico L'amore non si arrende Immagine della BV di Lourdes a Faenza Festa del primo maggio
sfoglia la rivista
carta bianca libri su p.Daniele fondazione dalle fabbriche Pellegrinaggi Unitalsi: Lourdes, ecc. Lectio a san Potito Home Diocesi di Faenza Modigliana Vangelo del giorno Logo CEI Biblioteca digitale Faenza Libro di Padre Daniele

Buona Pasqua a tutti dal vescovo Mario

È bello essere di Cristo!

Buona Pasqua a tutti dal vescovo Mario

(+ Mario Toso)
Pasqua, evento antico e sempre nuovo. Riguarda ciascuno e tutti. Coinvolge la creazione intera, la storia dei popoli. In Gesù Cristo risorge la nostra umanità. Un cuore nuovo è posto dentro di noi, come anche uno spirito nuovo. È lo spirito di figli, capaci di darsi al Padre, di vincere il male col bene, di essere misericordiosi, costruttori di una nuova società.

È uno spirito di comunione e di fraternità. Pasqua è nascita di una nuova famiglia, di comunità e popoli nuovi.

Riceviamo lo Spirito di Gesù! Entriamo a vivere con più determinazione nella sua famiglia-comunione, la Trinità. Trasfiguriamo tutte le nostre relazioni e le nostre istituzioni. La nostra libertà sia vissuta come uno sceglierci e volerci quali persone fatte per il dono, per il bene comune, per liberare i nostri fratelli e sorelle dalle schiavitù spirituali e corporali, per l’accoglienza, per il dialogo che salvaguarda e promuove le identità, per la pace.

Coinvolgiamo nella primavera portata dal Risorto nel mondo anche i giovani, i piccoli. Educhiamoli all’amore, a rispondere alla loro vocazione di persone fatte per la Gioia. Guardiamo al Sinodo dei giovani come ad una grande opportunità di accompagnamento e di semina abbondante. La messe è molta, ma gli operai sono pochi.

Portiamo nel nostro impegno apostolico un entusiasmo nuovo, il desiderio di darci di più, con tutto noi stessi. È bello essere di Cristo, appartenere alla sua Chiesa, vivere coerenti con la propria fede.

Ritroviamo il gusto dell’unità, per essere più forti nel bene e nel servizio dei fratelli. Non dimentichiamo le persone ammalate, sole, abbandonate.

Visitiamole. Amiamo di più i nostri nonni.

Uniamoci nel ringraziamento al Padre perché compie meraviglie e alimenta la nostra speranza. Uniamoci alle persone consacrate e alle claustrali, ai volontari, ai catechisti, ai sacerdoti e ai diaconi in un inno di lode.

Buona Pasqua a tutti!



_
Invia ad un amico Stampa